SUCCESSIONE

...

La successione è un istituto giuridico in virtù del quale uno o più soggetti subentrano nella titolarità della proprietà e dei diritti del patrimonio del proprietario a seguito della sua morte. Abbiamo correttamente detto TOTALITA’ delle posizioni quindi tutti i crediti ma anche tutti i debiti ( solo alcuni sono esclusi come ad esempio le multe che possono essere stralciate dietro apposita richiesta), è dunque fondamentale avere un quadro preciso delle attività e passività in cui si subentra anche attraverso l’accesso a banche dati per le informazioni su finanziamenti, mutui, carte credito ed eventuali insolvenze, così come la piattaforma Sister dell’agenzia delle entrate per la verifica di decreti ingiuntivi, pignoramenti, sequestri o procedure trascritte sugli immobili. I beni che costituiscono il patrimonio sono acquisiti dai soggetti ereditari per diritto testamentario (in presenza di un testamento) o per successione legittima regolata dalla normativa vigente in caso non sia presente un testamento. Nel caso le disposizioni testamentarie non regolino la totalità dei diritti, la successione sarà testamentaria e legittima per quanto non previsto dal testamento. La successione per causa di morte prevede una serie di adempimenti fiscali. Entro un anno dall’apertura della successione, i chiamati a succedere devono presentare al competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate la dichiarazione di successione. La dichiarazione di successione dal 1 gennaio 2019 è obbligatoriamente telematica e va presentata da professionista abilitato, come il nostro studio E’ indispensabile poi sapere ed avere ben chiari i concetti di accettazione e rinuncia di eredità che sono aspetti diversi dalla presentazione fiscale della dichiarazione di successione. Ancor più complessa è la situazione in cui chiamati a succedere siano dei minori, in tal caso la procedura è macchinosa per l’utente e per questo è indispensabile il supporto di un professionista che coordini tutta la procedura e la segua attentamente rispettando anche i termini prescritti per non incorrere in sanzioni. La seguente tabella indica le quote di spettanza per le successioni sia con testamento che senza testamento:

quando un testatore non vi ha lascito niente probabilmente vi voleva risparmiare le imposte di successionePeter Alexander Ustinov